• L'unica cosa migliore del canto è cantare ancora di più.

Ella Fitzgerald

SHARE

Luce e Paillettes di Carla Scarlett Sanna

Grande successo di critica e pubblico per il bellissimo spettacolo "Luce e Paillettes" ideato e diretto dalla regista Carla Scarlett Sanna andato in scena Sabato 4 febbraio (con replica Domenica) presso il Teatro Il Girasole in Roma.

 

Ho seguito personalmente questo bell'evento perche tra i bravi artisti è stata presente la mia splendida allieva Sole che dopo stagioni di grandi soddisfazioni in concorsi ed eventi canori in genere si ripresenta su di un proscenio teatrale con ruolo da protagonista.

Ho avuto l'onore ed il piacere di poter apprezzare lo spettacolo dal posto centrale in prima fila grazie alla premura della regista Carla; questo punto di vista privilegiato mi ha dato modo di cogliere tutte le raffinate sfumature di uno show intelligente, divertente e sensuale senza eccessi, colmo di colta retorica e di ottima musica.

 

Fil rouge delle performance artistico-canore è stata "La Luce" (interpretata dalla giovanissima e brava Livia Cavalitto) quella fiamma magica che ci accompagna sin dalla nascita (La Creazione nello specifico) attraverso tutte le esperienze della nostra esistenza fino ad accompagnarci al nostro ultimo incontro con la vita.

I vari collegamenti tra un brano e l'altro sono stati sapientemente intrecciati dalla brava attrice Paola Antonelli che con garbo e ottima recitazione ci ha introdotto in punta di piedi nelle variegate pieghe dell'evoluzione scenica lasciandoci un gentile ricordo e, per citare le sue stesse parole, "... quel sapore di buono".

 

Le magnifiche artiste Sole e Laura Vali si sono alternate sul palco deliziando il folto e competente pubblico con le loro formidabili voci, regalando anche bellissimi duetti e gag comiche.

La grinta, la splendida tecnica e l'incredibile estensione vocale di Sole hanno impreziosito le sue performance regalando forti emozioni in ogni complesso brano che l'artista ha interpretato al fianco della grande Laura Vali, interprete di inusuale raffinatezza, dotata di una argentea grana vocale e di una fantastica presenza scenica che rende ogni brano da lei interpretato una piccola opera d'arte, insomma due artiste magnifiche dirette con grande professionalità e sensibilità da Carla Scarlett Sanna che è rimasta umilmente nell'ombra, regalando il suo sorriso solo al tripudio finale del folto pubblico.

 

Un'altra grande emozione ci è stata regalata a fine concerto allorquando le luci in platea si sono accese e tutti noi ci siamo ritrovati immersi nelle incredibli opere del pittore argentino Nicolas Retrivi.

Decine di tele e ventagli dipinti a mano coloravano le mura del teatro, su ogni tela un racconto di vita (molte dedicate a scorci della nostra bellissima Roma), l'intensità delle espressioni, la purezza delle linee e la morbidezza delle pennellate che imprigionano istanti di vita ci chiariscono, ancora una volta, la differenza abissale tra una foto e un dipinto creato da tanto cuore e talento.

Ho voluto portare con me oltre alle emozioni e al "...sapore di buono" anche un ventaglio con dedica che mi ricorderà per sempre della magia creata con la semplicità di una bimba che recita la luce.

 

Grazie mille Carla, Sole, Laura, Paola, Nicolas, Livia e Manuel!!!

 

Alfredo Totti

Domenica, 05 Febbraio 2017